Barriere architettoniche, contributi regionali per eliminarle

POLITICA – Lo rende noto il Comune di Cassino. Il consigliere Vizzacchero esprime soddisfazione per gli interventi in corso a Caira

Ammonta a circa 55 mila euro complessivi il contributo regionale concesso a nove famiglie di Cassino che, avendone i requisiti, ne avevano fatto espressa richiesta ai sensi della legge 13 del 1989 per l’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici privati.

In una comunicazione a firma del dirigente Luca Marta, la Direzione Infrastrutture e Mobilità fa presente che i relativi ordinativi di pagamento sono stati emessi in data 21 e 28 luglio. Viene specificato che il contributo è stato determinato in base all’art.33, comma 2, della legge regionale n.9/2005 e che alle domande è stato assegnato il codice “A” per l’invalidità totale con priorità; il codice “B” per l’invalidità senza priorità.

Ora i fondi vengono erogati dal Comune agli aventi diritto a fronte della presentazione delle fatture attestanti la spesa sostenuta. Entro 15 giorni dalla ricezione delle stesse, l’Ente di piazza De Gasperi dovrà procedere con l’accredito, previa verifica del compimento dell’opera e della conformità alla domanda di contributo e alla normativa vigente.

Poiché sono passati alcuni anni dalla presentazione delle domande alla attribuzione dei contributi, nella comunicazione regionale viene chiarito che in caso di decesso del disabile il contributo va agli eredi a “ai chiamati all’eredità previa acquisizione e verifica da parte del Comune dei relativi atti di successione previsti dalla legge, oltre alla documentazione comprovante la spesa occorsa (fatture quietanzate)”.

Il finanziamento stanziato dalla Regione Lazio, come già detto, è stato concesso nell’ambito dei contributi a fondo perduto per la realizzazione di opere finalizzate al superamento o all’abbattimento di barriere che rendono difficoltoso l’accesso all’immobile o poco fruibile l’alloggio.

CAIRA – VIZZACCHERO SODDISFATTO

“Sono in corso interventi di potenziamento della rete internet, manutenzione e messa in sicurezza delle strade di Caira.

Nello specifico sono stati già installati tre nuovi attraversamenti pedonali rialzati in via Caira e Corso San Basilio, e un dosso artificiale in via Terelle. Inoltre, in prossimità di queste opere, è stata posizionata la relativa segnaletica verticale e da ieri sono stati avviati i lavori di ripristino del manto stradale in prossimità delle aree interessate dagli scavi effettuati dalla Open Fiber in tutta la zona”.

“I cittadini avevano richiesto tali lavori nei mesi addietro – ha sottolineato il consigliere Fabio Vizzacchero, e l’amministrazione ha ora dato risposte a quelle famiglie che attendevano soluzioni improntate al miglioramento dei livelli di sicurezza delle arterie stradali più trafficate. Altrettanto importante è l’intervento sul manto stradale.

Non solo per la sicurezza ed il decoro. Ma perché gli interventi realizzati dalla società che sta installando la fibra ottica in tutto il territorio cittadino, consentirà ai cairesi di poter fruire di una rete internet finalmente all’avanguardia. In concomitanza con la stesa dell’asfalto nelle zone di scavo, verrà inoltre implementata la rete grazie ai lavori commissionati dalla Tim. I disagi saranno quindi necessari al miglioramento di una infrastruttura di rete in precedenza praticamente inesistente”.

Nell’elencazione dei tanti interventi il consigliere Vizzacchero aggiunge quelli del Consorzio di Bonifica che ha anche avviato attività di manutenzione ordinaria sui vari canali della frazione in vista della stagione autunnale.

“Inizieranno, poi, entro pochi mesi – aggiunge – anche i lavori di ampliamento del cimitero, gli interventi per la prevenzione del dissesto idrogeologico su canale Caldara, in via Lago, in zona Monacato e in via Mulattiera, e gli interventi di ammodernamento ed efficientamento della rete di illuminazione pubblica situata lungo la strada che costeggia il Concentramento, allo scopo di garantire maggiore sicurezza in una zona resa spesso pericolosa anche per via dei cinghiali”.

L’articolo Barriere architettoniche, contributi regionali per eliminarle proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment