Cassino si prepara per i Campionati Nazionali Universitari

SPORT – Dal 13 al 22 maggio attesi circa 4.000 atleti provenienti dai 70 atenei italiani. Il presidente del Cus, il sindaco Salera e il rettore Dell’Isola sono pronti alla sfida. L’aneddoto di Calce: “Dopo le vittorie estive alle Olimpiadi, gli allievi di atletica in città sono passati da 80 a 250”

Comune di Cassino, Unicas e Centro Universitario Sportivo fanno squadra in vista dei Campionati Nazionali Universitari che si svolgeranno nella città martire dal 13 al 22 maggio del 2022. L’anno scorso l’edizione dei C.N.U. è stata annullata a causa dell’emergenza pandemica: la città di Cassino grazie proprio all’impegno dell’Unicas, del Cus e del Comune è riuscita comunque a non perdere l’occasione riuscendo a garantirsi la possibilità di svolgere l’evento nel 2022. Martedì sera il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, unitamente al presidente del comitato organizzatore Giovanni Betta, già rettore dell’Unicas, ha promosso una cena di lavoro per fare il punto sull’organizzazione. 

Presenti all’evento, oltre al sindaco Enzo Salera, agli assessori del comune di Cassino Danilo Grossi e Maria Concetta Tamburrini, al presidente del Consiglio Barbara Di Rollo e al neo rettore dell’Università di Cassino Marco Dell’Isola, tanti docenti dell’Unicas, rappresentanti degli studenti e allievi della Facoltà di Scienze Motorie, in prima linea nell’organizzazione dell’evento già nel 2013, l’ultima volta che si sono organizzati i C.N.U. in città. 

Una delle novità di quest’anno riguarderà gli impianti sportivi: verranno coperti alcuni campi sportivi al Campus Folcara mentre per la pista di atletica ci sarà un vero e proprio restyling, anche nel colore. Il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, nel corso del suo intervento ha spiegato: “Speriamo che quest’anno sia la volta buona, adesso siamo nel vivo dell’organizzazione.

Si tratta di un’organizzazione non facile in quanto avremo a Cassino 50 Cus d’Italia, rappresentiamo 70 atenei e in quei dieci giorni si svolgeranno circa 30 discipline con oltre 4.000 atleti. Nel 2013 avevamo 430 tra tirocinanti e volontari nell’organizzazione, perché l’impegno è veramente gravoso: sono contento di avere tutta l’amministrazione comunale al nostro fianco e sarà importante il restyling della pista di atletica”.

Quindi il presidente del Cus ha rilevato un aneddoto: “Fino allo scorso anno, prima che l’Italia vincesse le medaglie alle Olimpiadi avevamo non più di 80 ragazzi, quest’anno sono in 250 ad allenarsi al campo ed è uno spettacolo vederli”.

“Insomma, ho capito che tocca sempre a me questa pista di atletica” ironizza il sindaco Enzo Salera che nel 2013, in veste di assessore al bilancio, dovette recepire le risorse per dare nuova vita all’impianto che versava in completo stato di abbandono. Poi il primo cittadino si fa serio e spiega: “Questa avventura è partita ormai due anni fa e speriamo che sia la volta buona, come Comune siamo pronti a fare la nostra parte”. Su tutti  ha chiosato il neo rettore dell’Unicas Marco Dell’Isola alla sua prima uscita ufficiale in un’iniziativa riguardante i Cnu. Ha riservato un plauso al presidente e al vice presidente del Cus Cassino, Carmine e Flaminia Calce, e ha quindi evidenziato: “La forza del Cus è quella di mettere insieme la città: il sindaco, l’amministrazione, l’Università e tanti giovani. Questa è un’occasione che la città non può perdere. Il sostegno dell’Università è massimo è sarà un successo per Cassino”.

Il vice presidente del Cus Flaminia Calce ha quindi annunciato i restyling per la pista di atletica: non solo un nuovo colore ma anche un busto di Mennea da inaugurare proprio a ridosso della partenza dei Cnu.

L’articolo Cassino si prepara per i Campionati Nazionali Universitari proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment