Cervaro, ecco i monumenti simbolo del degrado

TERRITORIO – Il duro affondo dei consiglieri di minoranza che hanno chiesto al Comune di al più presto attingendo in via più ampia ed efficiente a tutti i mezzi e strumenti a disposizione

Dopo 25 anni ancora sono lì; due blocchi di cemento a differente geometria, ubicati nei due giardini comunali, testimoniano ormai il degrado più assoluto in cui vive la nostra Città.

Due blocchi monolitici mai rifiniti, perché inutili oltreché pericolosi. Non solo. Anche il parcheggio pubblico coperto di via XXIV Maggio, di fronte alla Scuola Elementare ed a pochi passi dal Comune, versa in uno stato di abbandono con uno spettacolo indecoroso.

Un disinteresse totale per l’ambiente e per le istituzioni scolastiche.

“Abbiamo raccolto le lamentele dei cittadini residenti che patiscono una lesione al diritto di godere di una città salubre e pulita” dichiarano Otello Zambardi, Giuseppe Lambro, Simona Valente e Matteo Canale Parola consiglieri di minoranza.

“Questi “monumenti” sono l’emblema del degrado dell’intero territorio che è sinonimo di decadenza e scadimento nell’amministrare i beni collettivi così continuano i Consiglieri Comunali.

Un’amministrazione che non è in grado di curare e conservare i propri beni, con quale prospettiva può pensare di avere a cuore i futuri beni della collettività?”

“Non parliamo dell’ambiente: le ville comunali, il centro storico, il Colle e Capocastello, sono indecorosi” rincarano la dose i Consiglieri Zambardi, Lambro, Valente e Canale Parola che hanno chiesto all’Ente d’intervenire al più presto per migliorare lo stato in cui versano le aree menzionate attingendo in via più ampia ed efficiente a tutti i mezzi e strumenti a disposizione.

L’articolo Cervaro, ecco i monumenti simbolo del degrado proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment