Il vero Braccio di Ferro è arpinate

TERRITORIO – È Claudio Rea il campione italiano di questa disciplina sportiva, che ha conseguito la vittoria domenica 14 novembre. E dal 28 al 30 novembre ci proverà anche con i campionati mondiali

di Giulia Zaccardelli

Si chiama Claudio Rea ed è il campione italiano di braccio di ferro.

Nato e vissuto ad Arpino, la sua ultima vittoria è dietro l’angolo: il 13 e il1 4 novembre si è disputato a Villa Alba a Gardone Riviera (BS) il campionato italiano, che lo ha visto primeggiare sui suoi sfidanti sia con il braccio destro sia con il sinistro, per la categoria senior grand master + 90 kg. Una rarità nel mondo sportivo gareggiare e vincere con entrambe le braccia, eppure Claudio ce l’ha fatta.

L’attuale campione, dirigente Pfizer in pensione, non è nuovo alle vittorie: inizia per gioco nel 2012, incoraggiato dall’amico Davide Casinelli, e partecipa alla prima gara su tavolo professionale a Castelliri. All’epoca aveva 55 anni, e ha vinto la categoria 100 kg.

Orgoglioso della vittoria, ha iniziato ad allenarsi e dal 2017 consegue un successo dopo l’altro ai campionati nazionali, salvo nel 2020 che non ci sono stati a causa del Covid. Ottimi piazzamenti anche ai mondiali: quarto posto per il braccio sinistro nel 2017, idem per il destro nel 2018 e nel 2019 a Constanta, in Romania, bronzo per il braccio sinistro e argento per il destro.

La prossima “fatica” sarà il mondiale 2021 a Bucarest, dal 28 al 30 novembre.

L’articolo Il vero Braccio di Ferro è arpinate proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment