L’atto aziendale della Asl penalizza l’ospedale di Cassino

POLITICA – Il consigliere regionale della Lega Pasquale Ciacciarelli mostra pollice verso alle modifiche e spiega perché è necessario difendere il “Santa Scolastica” che rischia di essere mortificato

“La decisione di dividere la Asl in un polo ospedaliero nord e sud è condivisibile ma non quando si tratta di andare ad arrecare danno alla città di Cassino!”

A parlare è il consigliere regionale della Lega, Pasquale Ciacciarelli, che argomenta: “Di fatto, con la proposta di modifica all’atto aziendale della Asl, in esame, si equipara Cassino a Sora, e Frosinone si eleva a Dea di II livello. Il presidio ospedaliero di Cassino viene individuato come Dea di I livello, mentre quello di Sora come sede di pronto soccorso. Secondo questa modifica Cassino viene mortificata a vantaggio di Sora! Un conto è il polo ospedaliero sud Cassino – Sora, un altro “Cassino = Sora”! Vengono accorpate la radiologia e la pediatria e ciò contrasta con il livello del Dea. Vanno ripristinate separatamente, una a Cassino ed una a Sora”.

Prosegue Ciacciarelli: “Bisogna poi equiparare nella denominazione le Uoc di Oculistica di Frosinone e Cassino; prevedere la istituzione della Uoc di Urologia a Cassino, con un reparto ed un primario; sia per l’epidemiologia che per l’anzianità della popolazione del distretto ha tutti i requisiti per essere ripristinata! È necessario poi istituire una UOSD di chirurgia oncologica presso la UOC di chirurgia generale di Cassino, tenuto conto che a Sora – conclude il consigliere regionale della Lega – la chirurgia è a prevalente indirizzo della mammella”.

L’articolo L’atto aziendale della Asl penalizza l’ospedale di Cassino proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment