Troppe giovani vite spezzate sulla strada. Scatta l’ora della prevenzione

SCUOLA – L’I.I.S. San Benedetto di Cassino ha partecipato nei giorni scorsi al progetto della Regione Lazio, Educazione alla Legalità e Civica “Auriga 5”. Ecco di cosa si tratta. Parla la dirigente Maria Venuti

di Francesca Messina

L’I.I.S. San Benedetto di Cassino ha partecipato nei giorni scorsi al progetto della Regione Lazio, Educazione alla Legalità e Civica “Auriga 5” che ha previsto due momenti, il primo formativo sulla guida sicura che si è tenuto nel l’auditorium della scuola ed il secondo che ha visto cinquanta ragazzi impegnati in percorsi teorici e pratici della durata di cinque ore presso l’autodromo di Vallelunga.

“Il motivo per cui il nostro Istituto ha deciso di aderire a questo progetto importante​ – ha spiegato la preside Maria Venuti​ – svoltosi a livello regionale è perché troppo spesso si sente parlare ancora di giovani vite spezzate sulla strada. Lo scorso anno due incidenti molto gravi hanno hanno colpito direttamente e indirettamente le nostre scuole. Per cui si è pensato all’interno degli organi collegiali, in modo particolare del Consiglio di Istituto, di avviare dei percorsi di educazione civica e alla legalità sulla guida sicura, sull’importanza della prudenza e del rispetto della vita”.

La dirigente scolastica Venuti, ha avviato questi percorsi di educazione civica, coadiuvata da parte di uno degli organizzatori del progetto il professor Massimo Cataldi che ha messo l’Istituto in contatto con questa realtà molto importante. “I ragazzi hanno partecipato in maniera attenta all’esperienza in aula – ha asserito la preside Maria Venuti – e poi nella seconda parte hanno visionato i simulatori di guida ed hanno effettuato prove pratiche sugli scooter patente A-M, e su mini car patente A1 e auto B. L’importanza di questo progetto risiede nel fatto che le giovani generazioni devono avere una consapevolezza maggiore dei pericoli della strada e che la guida sicura può salvare la loro vita e quella altrui”. I referenti del progetto sono stati il professore Cataldi e la docente Del Vecchio, referente alla legalità dell’Istituto.

L’articolo Troppe giovani vite spezzate sulla strada. Scatta l’ora della prevenzione proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment