Una delegazione di Blonie in visita a Coreno

TERRITORIO – Rinsaldato il gemellaggio tra la città polacca e laziale grazie all’incontro del 29 settembre

Il 29 settembre un’ambasciata polacca attraversa i cieli europei da Blonie a Coreno Ausonio, per rinnovare il gemellaggio tra le due città, siglato a giugno del 2002. Le restrizioni anticovid hanno impedito le visite tra le nazioni in quest’ultimo anno e mezzo, ma il sentimento di vicinanza e appartenenza è rimasto vivo grazie agli innumerevoli contatti; tra questi, l’incontro online in occasione del Natale.

Delegazione polacca, amministrazione comunale di Coreno e associazioni locali si sono riunite in onore del legame che avvicina le due città, geograficamente tanto lontane, ma accomunate dall’esperienza della seconda guerra mondiale.

Passato, presente e futuro hanno abitato la sala conciliare di Coreno: tra gli italiani presenti, l’attuale sindaco Simone Costanzo e il sindaco baby Arcangelo Di Siena, la presidente della Cooperativa Cavatori Coreno, Graziella Mattei. Ha partecipato all’evento, nei ricordi dei presenti, anche l’ex sindaco di Coreno, Antonio Gargano, morto prematuramente, che ha firmato il gemellaggio e si è prodigato per portarlo avanti. Anche il parroco don Andrea è intervenuto personalmente, e ha dedicato la Santa Messa al gemellaggio tra le due comunità.

L’evento si è spostato anche ad Ausonia nel centro storico, dove la delegazione polacca ha incontrato il sindaco Benedetto Cardillo e il sindaco di Castelnuovo Parano Oreste De Bellis. Per l’occasione è stato reso omaggio al monumento di Marinaranne, lungo la strada per Vallauria, alle falde di Monte Maio, un masso di una cava di Coreno di pietra grezza con incisa sulla facciata “Per la pace”, in onore nei morti durante il conflitto mondiale.

“È sempre piacevole e interessante – hanno dichiarato il Sindaco Costanzo e il delegato al Gemellaggio Giovanni Lavalle – ricevere il Sindaco Zenon Reszka e gli amici di Blonie che ringraziamo per aver accolto il nostro invito perché questi incontri costituiscono sempre momenti di arricchimento reciproco dal punto di vista sociale e culturale. Continueremo a lavorare affinchè il gemellaggio continui nel tempo, coinvolgendo sempre nuove generazioni”.

Dal 2002 Coreno e Blonie hanno avviato un proficuo scambio culturale, con visite di delegazioni locali in Polonia e in Italia, ed economici; l’occasione del 29 settembre è stata funzionale anche ad annunciare le iniziative in programma per festeggiare, l’anno prossimo, i vent’anni dal gemellaggio.

Nella stessa giornata del 29 settembre a Cassino si è inaugurato il monumento dedicato al Generale Władysław Anders, alla presenza della figlia Anna Maria, Ambasciatrice della Polonia in Italia. Il sindaco Enzo Salera ha ricordato l’80° anniversario della costituzione del secondo Corpo d’Armata polacco, che il 18 maggio del 1944 issò la bandiera della Polonia sulle macerie del monastero di Montecassino. Evento che ha originato la Liberazione d’Italia e dell’Europa dai tedeschi. Due corone di fiori sono ora presso il cimitero polacco di Montecassino, in memoria dei caduti di tutte le guerre.

L’articolo Una delegazione di Blonie in visita a Coreno proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Add a comment